Infiammazione della pelvi renale (pielonefrite)

Infiammazione della pelvi renale (pielonefrite)
Classificazione internazionale (ICD) N12

Nozioni di base

Descrizione

La malattia infiammatoria pelvica renale descrive un'infezione acuta o cronica della pelvi renale ed eventualmente anche del tessuto renale. Le donne sono molto più frequentemente colpite dalla malattia acuta rispetto agli uomini a causa del tratto urinario più corto.

Una precedente infezione della vescica è solitamente responsabile dell'infiammazione della pelvi renale. In un'infezione ascendente del tratto urinario, i germi possono passare dalla vescica attraverso gli ureteri nella pelvi renale. Il decorso della malattia è caratterizzato da febbre alta, dolore spesso forte, nausea e malessere generale. Se non trattati, gli ascessi possono formarsi nel rene, portando a un'infiammazione cronica e a una ridotta funzionalità renale.

L'infiammazione acuta della pelvi renale può essere cronica e rimanere asintomatica per un lungo periodo di tempo a causa dell'alterazione del drenaggio urinario (es. reflusso vescico-ureterale, stenosi ureterale). Il tessuto del rene si cicatrizza e può essere danneggiato fino al totale fallimento. La dialisi (lavaggio artificiale del sangue) è allora inevitabile.

Cause

Nelle persone sane, non ci sono germi nel tratto urinario o nell'urina che possono causare l'infiammazione della pelvi renale. I batteri spesso provengono dall'intestino (es. E.Coli).

Disturbi del drenaggio urinario (calcoli renali, tumori, ingrossamento della prostata), paraplegia o malformazioni del tratto urinario hanno un effetto favorevole.

Altri fattori di influenza:

  • Attività sessuale
  • Gravidanza
  • Infezioni del tratto urinario (ultimi 12 mesi)
  • Disturbi metabolici (gotta, diabete mellito)
  • Immunodeficienza
  • Abuso di antidolorifici
  • Chirurgia del tratto urinario

Sintomi

Infiammazione acuta della pelvi renale

  • Febbre alta e improvvisa
  • Forte dolore al fianco (può irradiarsi al bacino)
  • Nausea, vomito
  • Tensione difensiva tra le costole e la spina dorsale
  • Minzione frequente e dolorosa (rara)

Infiammazione cronica della pelvi renale

A causa del decorso lento e continuo della malattia, i sintomi sono piuttosto poco caratteristici.

  • Febbre inspiegabile
  • Mal di schiena cronico e mal di testa
  • Malessere generale
  • Difficoltà a urinare
  • Dolore allo stomaco, vomito
  • Alta pressione sanguigna

Se si sospetta di avere una pielite cronica, si dovrebbe consultare un medico, poiché questa limita il rendimento dei reni.

Diagnosi

Oltre all'anamnesi e a una descrizione precisa dei disturbi esistenti, è necessario un esame fisico. I campioni di sangue e di urina forniscono informazioni sulla funzione renale. In caso di febbre alta, una coltura batterica può essere coltivata dal campione di sangue.

Un esame ad ultrasuoni rivelerà le possibili cause della ritenzione urinaria (ad esempio, calcoli renali). Se la febbre persiste per più di 72 ore nonostante la terapia antibiotica, sono necessari ulteriori esami:

  • Esame a raggi X
  • CT a spirale (tomografia computerizzata speciale)
  • Scintigrafia dei reni

Terapia

La terapia farmacologica viene iniziata anche prima di ricevere i risultati dell'esame. Un antibiotico con un ampio spettro di attività è usato per coprire il maggior numero possibile di potenziali patogeni. Il farmaco viene preso per 7-21 giorni. La terapia può essere regolata non appena il germe è stato identificato.

Il successo del trattamento è supportato da una sufficiente assunzione di liquidi (almeno 2 litri al giorno), dal riposo a letto e dall'evitare tutte le medicine che possono stressare i reni. Antispasmodici e antidolorifici possono aiutare contro il dolore grave, per esempio Buscopan o Novalgin.

Anche il flusso di urina disturbato deve essere trattato. In caso di infiammazione ricorrente, si varia il farmaco o la durata della terapia.

Anomalie nel tratto urinario possono richiedere un intervento chirurgico.

Previsione

Normalmente, un'infiammazione acuta della pelvi renale guarisce senza conseguenze. I risultati urinari si normalizzano dopo pochi giorni.

Le infezioniricorrenti possono portare a una compromissione delle prestazioni renali, più raramente a sepsi (avvelenamento del sangue) o ascessi (accumulo di pus). Se la causa viene trovata e trattata, tuttavia, anche l'infiammazione ripetuta guarirà.

Prevenzione

  • Bere almeno 2 litri di liquidi al giorno (acqua o tè non zuccherato). I reni sono sostenuti nella loro funzione e i germi possono essere eliminati.
  • Evitare l'ipotermia e l'ammollo.
  • Per l'igiene intima, non usare spray, lati profumati o disinfettanti. Questi danneggiano la pelle sensibile e la rendono più suscettibile ai germi.
  • I problemi di drenaggio urinario e i calcoli renali devono essere trattati.
Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.