Confronto tra ibuprofene e paracetamolo nei bambini sotto i 2 anni di età

Scatola di antidolorifici con prescrizione ibuprofene e paracetamolo su un armadio a casa

Annuncio

L'ibuprofene e l'acetaminofene sono i farmaci da banco più comunemente prescritti e disponibili per trattare la febbre e il dolore nei bambini. Anche se questi farmaci sono comunemente usati, le raccomandazioni di trattamento per i bambini piccoli rimangono diverse - ecco perché un'analisi pubblicata di recente ha esaminato le differenze del paracetamolo rispetto all'ibuprofene nei bambini sotto i due anni di età.

Scatola di antidolorifici con prescrizione ibuprofene e paracetamolo su un armadio a casa

shutterstock.com / Mr Doomits

Ibuprofene e paracetamolo:

Proprio come l'acido acetilsalisilico(ASA in breve) e il diclofenac , anche l'ibuprofene appartiene al gruppo degli analgesici acidi non oppioidi. Questi si accumulano preferibilmente nei tessuti acutamente infiammati, nel tratto gastrointestinale e nella corteccia renale. Il paracetamolo, d'altra parte, è un cosiddetto analgesico non-acido non oppioide, che si trova in alte concentrazioni nel cervello e nel midollo spinale (o sistema nervoso centrale). Mentre agenti come l'ibuprofene hanno buone proprietà antinfiammatorie, gli analgesici non acidi come il paracetamolo hanno scarsi effetti antinfiammatori - ma questi possono avere un buon effetto antipiretico.

Raccomandazioni diverse:

I preparati liquidi di ibuprofene sono disponibili senza prescrizione medica per i bambini dai tre mesi in su dal 1° novembre 2020. Prima di allora, solo l'acetaminofene orale e le supposte di ibuprofene erano disponibili senza prescrizione per questi bambini. Secondo i dati di una coorte prospettica di 6476 bambini seguiti dalla nascita, circa il 95% dei bambini sono stati esposti all'acetaminofene entro i 9 mesi di età. Anche se i farmaci sono comunemente usati, le raccomandazioni per i trattamenti dei neonati variano, soprattutto nei bambini più giovani di 6 mesi. Mentre il paracetamolo è raccomandato per l'uso nei neonati in tutti i paesi, la dose massima giornaliera varia. Di conseguenza, 60 mg/kg/giorno sono raccomandati in Nuova Zelanda e nel Regno Unito - fino a 90 mg/kg/giorno in America.

Anche l'uso raccomandato di ibuprofene per il trattamento della febbre e del dolore nei bambini piccoli mostra una notevole variazione. Il New Zealand Formulary for Children raccomanda l'uso di ibuprofene da un mese di età a 5 mg/kg - da 3 a 4 volte al giorno, fino a una dose massima di 30 mg/kg/giorno. Gli Stati Uniti, d'altra parte, raccomandano l'uso solo per i bambini di almeno 6 mesi di età con una dose massima giornaliera più alta di 40 mg/kg/giorno.

Studi epidemiologici dal Nord America, dal Regno Unito e dall'Europa registrano che l'ibuprofene può avere un ruolo nello sviluppo di infezioni batteriche nei bambini piccoli. Anche se i dati sui rischi dell'ibuprofene o dell'acetaminofene nei neonati sono spesso inclusi negli studi su tutto lo spettro di età, mancano analisi specifiche del rischio di eventi avversi gravi e revisioni dell'efficacia e della sicurezza nei bambini più giovani di 2 anni, in particolare nei neonati più giovani di 6 mesi.

Ecco perché una nuova meta-analisi ha confrontato la sicurezza e l'efficacia dell'ibuprofene orale e dell'acetaminofene nei bambini.

Meta-analisi:

L'obiettivo primario di questo studio è stato quello di confrontare l'effetto antipiretico, l'efficacia analgesica e la sicurezza dell'acetaminofene con l'ibuprofene per il trattamento a breve termine della febbre o del dolore nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Gli obiettivi secondari includevano il confronto della sicurezza dei due agenti nei bambini più giovani di 6 mesi. Sono stati analizzati i dati dei database MEDLINE, Embase, CINAHLe le fonti di dati del Cochrane Central Register of Controlled Trials, il registro dei trial ClinicalTrial.gov e l'Australian New Zealand Clinical Trials Registry. Tutti gli studi che coinvolgono bambini più piccoli di 2 anni e che confrontano direttamente l'acetaminofene con l'ibuprofene erano significativi per questa meta-analisi.

Gli esiti primari erano la febbre o il dolore entro le prime 4 ore dall'inizio del trattamento.

Differenze e somiglianze:

Da un totale di 19 studi, 241.138 partecipanti provenienti da 7 paesi e diversi contesti sanitari sono stati inclusi in questa analisi. Rispetto all'acetaminofene, l'ibuprofene ha mostrato una riduzione della temperatura dopo meno di 4-24 ore e meno dolore dopo 4-24 ore. Gli effetti collaterali erano poco frequenti in tutti gli studi. A quattro ore e da 4 a 24 ore dopo la somministrazione di ibuprofene, i bambini avevano più probabilità di essere senza febbre. Tuttavia, dopo più di un giorno, non si sono viste differenze tra i farmaci. I tassi di effetti avversi erano anche simili per l'ibuprofene e l'acetaminofene - in particolare la probabilità di danni ai reni, al fegato e l'asma. Poiché solo due degli studi analizzati includevano il gruppo di bambini più piccoli di 6 mesi, i dati erano insufficienti per questa analisi. Inoltre, i dati sulla riduzione del dolore nelle prime quattro ore non erano purtroppo disponibili. Nei neonati pretermine, i due farmaci mostrano un profilo di sicurezza simile.

Conclusione:

In questa analisi, l'uso dell'ibuprofene rispetto all'acetaminofene nei bambini sotto i 2 anni ha dimostrato una migliore efficacia in termini di riduzione della temperatura e meno dolore entro il primo giorno dopo il trattamento, con somiglianze nel profilo di sicurezza di entrambi i farmaci.


Principi attivi:

    Autore

    Danilo Glisic

    Ultimo aggiornamento

    21.06.2021

    Annuncio

    Share

    Annuncio

    Il tuo assistente personale per i medicinali

    Farmaci

    Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

    Sostanze

    Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

    Malattie

    Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

    Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

    This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.