Disturbi circolatori dovuti all'esposizione al freddo

Il termometro sulla neve mostra le basse temperature in Celsius o Farenheit.

Annuncio

Non appena fuori fa freddo, le dita possono congelarsi facilmente, diventare pallide e possono anche sentirsi intorpidite o doloranti. Anche se questi sintomi sono di solito innocui, possono essere causati dalla malattia di Raynaud, un disturbo vascolare che colpisce tra il 3% e il 16% della popolazione, con le donne che hanno da cinque a dieci volte più probabilità di essere colpite.

Il termometro sulla neve mostra le basse temperature in Celsius o Farenheit.

shutterstock.com / Marian Weyo

La sindrome di Raynaud definita:

La malattia di Raynaud, o sindrome di Raynaud, è un disturbo dei vasi sanguigni umani, che può essere causato dai cosiddetti vasospasmi (cioè, spasmi vascolari). Questi si verificano in modo parossistico (cioè, a scatti) nella maggior parte dei casi nelle dita delle mani, meno frequentemente nelle dita dei piedi o in altre parti del corpo. Questi crampi riducono l'apporto di sangue alle parti del corpo colpite, che di conseguenza diventano pallide e fredde. Questo è il motivo per cui la sindrome è anche chiamata dito del cadavere o malattia del dito bianco. I fattori scatenanti possono essere le temperature più basse (sotto i 10°C) in combinazione con l'umidità o anche le tensioni psicologiche come lo stress. La malattia, descritta nel 1862 e che prende il nome dal suo scopritore Maurice Raynaud, è oggi differenziata in due forme. Nella sindrome di Raynaud primaria, la causa è sconosciuta. La seconda forma - la sindrome di Raynaud secondaria - si verifica nel contesto di altre malattie. Questo potrebbe essere il caso, per esempio, con la sclerodermia (cioè la malattia del tessuto connettivo), dopo lesioni o overdose di droga. I primi sintomi della sindrome di Raynaud primaria si manifestano tra i 14 e i 40 anni, e le donne sono colpite circa cinque volte più spesso degli uomini. Nella popolazione maschile, la condizione appare più tardi nella vita.

Tre fasi di decolorazione:

Questa malattia è caratterizzata dallo sbiancamento di singole dita (o loro parti) o dell'intera mano. Durante questo processo, le arteriole si contraggono a causa del freddo o dello stress e il flusso di sangue si indebolisce (ischemia). Di conseguenza, possono diventare bluastri a causa della mancanza di ossigeno (ipossia). Se l'apporto di sangue alle dita aumenta di nuovo, i vasi sanguigni si dilatano ed è visibile una colorazione rossastra (iperemia reattiva). Spesso, non sono presenti tutte e tre le fasi di decolorazione, e solo lo sbiancamento delle dita può essere visibile. In questa fase, i digiti (cioè le dita) possono far male o possono sentirsi intorpiditi. Queste fasi possono durare da pochi minuti a diverse ore.

Misura farmacologica con antagonisti del calcio:

Se le misure generali come i guanti caldi o la riduzione dello stress non sono più sufficienti, c'è la possibilità di prendere dei farmaci contro la sindrome. Il gruppo più importante di farmaci sono i cosiddetti antagonisti del calcio (cioè i bloccanti dei canali del calcio), come la nifedipina o la nitroglicerina. Quest'ultimo agisce come un vasodilatatore. Tuttavia, questi farmaci possono anche causare effetti collaterali come gonfiore delle dita o mal di testa. In caso di sindrome di Raynaud secondaria causata da vasi ristretti, il medico potrebbe raccomandare anche una terapia con acido acetilsalicilico (ASA in breve) e un farmaco che abbassa il colesterolo (cioè una statina).

Terapia limitata:

I calcioantagonisti sono i farmaci più comunemente prescritti per gli individui con la sindrome di Raynaud primaria. A questo proposito, una revisione pubblicata nel 2016, nel database scientifico Cochrane Library, ha esaminato diversi studi di controllo randomizzati per osservare gli effetti di diversi calcio-antagonisti sulla sindrome di Raynaud primaria. Ha usato tassi di attacco, punteggi di gravità, punteggi di preferenza dei partecipanti e misure fisiologiche per valutare 296 partecipanti da sette prove. Quattro studi hanno valutato la nifedipina e gli altri tre la nicardipina. I confronti sono stati fatti con il placebo in sei studi e sia con il placebo che con il dazoxibene (cioè il principio attivo usato nei pazienti di Raynaud) nell'ultimo. La revisione Cochrane ha mostrato un effetto minimo sulla frequenza degli attacchi. Anche se piccola, la revisione ha trovato prove qualitative che c'era un effetto sulla gravità degli attacchi.

Conclusione:

Mentre la preoccupazione principale con la sindrome di Raynaud secondaria è di trattare la condizione sottostante, è importante notare che non tutte le persone che hanno mani o piedi freddi più spesso hanno la condizione. Altre cause come la bassa pressione sanguigna potrebbero essere una ragione. Come sempre, se avete dei sospetti, consultate un professionista come un medico per un consiglio.


Principi attivi:

    Fonti

    Autore

    Danilo Glisic

    Ultimo aggiornamento

    22.02.2021

    Annuncio

    Share

    Annuncio

    Il tuo assistente personale per i medicinali

    Farmaci

    Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

    Sostanze

    Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

    Malattie

    Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

    Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

    This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.