Effetto collaterale positivo per la metformina sui diabetici con COVID-19?

Illustrazione vettoriale di coronavirus 2019-nCoV e sfondo del virus con cellule della malattia e globuli rossi.COVID-19 focolaio del virus corona e concetto pandemico per la sanità medica

Annuncio

Da circa un anno, l'attuale situazione globale del COVID-19 è al centro dell'attenzione politica, economica e medica. Il virus può essere fatale - in particolare in connessione con i diabetici di tipo 2, che appartengono anche al gruppo di rischio secondo il Robert Koch Institute. Studi attuali mostrano una possibile connessione tra il farmaco metformina e il tasso di mortalità dei diabetici.

Illustrazione vettoriale di coronavirus 2019-nCoV e sfondo del virus con cellule della malattia e globuli rossi.COVID-19 focolaio del virus corona e concetto pandemico per la sanità medica

shutterstock.com / Fotomay

Metformina nei diabetici:

La metformina è un principio attivo approvato per l'uso orale nei diabetici di tipo 2 non appena il loro livello di glucosio (cioè il livello di zucchero nel sangue) non può essere abbassato sufficientemente attraverso l'attività fisica o i cambiamenti nella dieta. Nel caso del diabete gestazionale e del cosiddetto prediabete, cioè uno stadio preliminare del diabete, può essere usato anche off-label (cioè al di fuori delle aree di applicazione approvate). Il farmaco viene spesso assunto per un periodo di tempo più lungo in modo che il metabolismo del paziente possa essere influenzato positivamente.

L'effetto della metformina consiste nell'inibire la produzione di glucosio da parte del fegato. Questo può bypassare i livelli di glucosio nel sangue a digiuno, tipicamente alti (cioè misurati dopo un periodo di tempo senza assunzione di cibo). Il farmaco può anche ritardare l'assorbimento del glucosio nell'intestino, mantenendo bassi i livelli di glucosio nel sangue dopo i pasti. Inoltre, aumenta anche la sensibilità all'insulina, che è la sensibilità delle cellule corrispondenti nel corpo all'insulina (cioè, questo migliora l'utilizzo dello zucchero).

Studio durante la pandemia:

Uno studio retrospettivo ha recentemente esaminato l'associazione tra la metformina nei pazienti COVID-19 con diabete di tipo 2 e i loro tassi di mortalità. Lo studio, pubblicato nel gennaio 2021 sulla rivista Frontiers in Endocrinology, ha esplorato la sopravvivenza utilizzando 25.326 pazienti che sono risultati positivi alla SARS-CoV-2 tra il 25 febbraio 2020 e il 22 giugno 2020. Su 604 pazienti trattati nel sud-est dell'America presso la clinica dell'ospedale dell'Università dell'Alabama durante la prima ondata, il 39,6% (239 pazienti) aveva il diabete. 67 pazienti non sono sopravvissuti alla malattia - 45 dei quali erano diabetici (67,2%). Coloro che avevano il diabete mellito hanno mostrato un rischio più che triplo di morire di SARS-CoV-2 rispetto alle persone senza diabete. Il gruppo dei diabetici di tipo 2, che erano stati trattati con metformina in precedenza, è il più controverso. Qui sono stati registrati 8 decessi. Lo studio ha calcolato un odds ratio di 0,38, il che significa che la mortalità era inferiore di due terzi (cioè, misura dalla statistica che dice la forza di una relazione tra due caratteristiche. Meno di 1 significa che le probabilità del primo gruppo comparativo sono minori).

Nota: questi studi non provano che il trattamento con il farmaco sia responsabile di una più favorevole possibilità di sopravvivenza, poiché è possibile attribuire questo ad altre caratteristiche.

Effetto protettivo?

Se il diabete è in uno stadio avanzato, i pazienti sono trattati più spesso con insulina. L'analisi ha anche mostrato un rischio di morte leggermente ridotto con il trattamento insulinico. Lo studio CORONADO, pubblicatosulla rivista scientifica Diabetologia nel 2020, ha mostrato risultati simili in relazione alla metformina, come il rischio di morte nei diabetici è sceso del 41% se erano stati trattati con il farmaco prima della malattia.

L'American Society of Tropical Medicine and Hygiene ha anche esaminato il tasso di mortalità dei pazienti diabetici con COVID-19 in relazione al trattamento con metformina. Mentre la mortalità in questo gruppo è stata del 2,9% (3 su 104), il gruppo "non-metformina" ha mostrato un tasso di mortalità del 12,3% (22 su 179).

Un ultimo studio dagli Stati Uniti pubblicato nel 2021 sulla rivista Lancet Healthy Longevity ha presentato i risultati della ricerca che suggeriscono che le donne con diabete hanno registrato un rischio significativamente ridotto di morte se trattate con metformina.

Risultati incerti?

Tuttavia, tali valutazioni retrospettive possono essere rapidamente errate, poiché i restanti fattori di rischio possono anche fornire magnitudini significative ai risultati. Si noti che i pazienti che non avevano ricevuto metformina erano più anziani, almeno nell'ultimo studio, più spesso avevano la pressione sanguigna elevata, erano più spesso diagnosticati con malattia coronarica / insufficienza cardiaca, e notato più malattia renale cronica.

Questo squilibrio è stato evitato confrontando solo pazienti con caratteristiche simili. Di conseguenza, non c'è stato alcun vantaggio per l'ingresso di metform in termini di tasso di mortalità - tranne che nelle femmine. Nei pazienti di sesso femminile, l'uso della metformina era associato a un tasso di mortalità inferiore di circa il 20%. Studi precedenti hanno anche potuto dimostrare che il farmaco era più efficace nelle donne.

Sono necessari ulteriori studi:

Studi clinici randomizzati sono certamente necessari per testare il farmaco con parametri più precisi. Proprio tali studi sono già in programma presso la Minnesota School of Medicine con circa 70 pazienti per essere in grado di indagare un beneficio significativo di metformina in questo contesto.


Principi attivi:

    Fonti

    Autore

    Danilo Glisic

    Ultimo aggiornamento

    29.01.2021

    Annuncio

    Share

    Annuncio

    Il tuo assistente personale per i medicinali

    Farmaci

    Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

    Sostanze

    Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

    Malattie

    Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

    Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

    This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.