Effetto dei farmaci nell'insufficienza renale

Sezione trasversale del rene umano su sfondo scientifico. Illustrazione 3D

Annuncio

Come via di eliminazione, i reni sono importanti per molti farmaci e per il metabolismo umano. Negli Stati Uniti, è stato calcolato per i 200 farmaci più comunemente prescritti che circa un terzo di essi viene escreto dal corpo immutato per almeno il 25% - l'insufficienza renale, tuttavia, può limitare questo processo, che può portare a effetti collaterali.

Sezione trasversale del rene umano su sfondo scientifico. Illustrazione 3D

shutterstock.com / crystal light

Insufficienza renale definita:

L'insufficienza renale (cioè la debolezza dei reni) è definita dal funzionamento alterato o dal totale non funzionamento dei reni. La funzione principale dei reni è quella di filtrare e pulire il sangue. Così facendo, i reni rimuovono l'acqua in eccesso e i metaboliti tossici (cioè i prodotti metabolici) dal sangue, che vengono poi espulsi sotto forma di urina. Questo rende gli organi a forma di fagiolo vitali per la regolazione dell'equilibrio idrico e salino e per la disintossicazione del corpo.

La debolezza dei reni può portare, tra le altre cose, a edema (cioè ritenzione idrica nei tessuti), pressione alta, disfunzione del sistema nervoso e perdita delle ossa. Se i reni falliscono completamente, solo la dialisi (cioè la purificazione del sangue) o un trapianto di rene possono assicurare la sopravvivenza del paziente.

Il rene come via di eliminazione dei farmaci:

Diversi processi sono coinvolti nella degradazione della droga:

  • Filtrazione glomerulare passiva
  • Secrezione attiva nei tubuli renali (cioè nel tubulo)
  • Riassorbimento tubolare

La filtrazione glomerulare è una cosiddetta ultrafiltrazione del sangue, durante la quale si forma l'urina primaria. Durante questo processo, le sostanze che sono liberamente presenti nel sangue (cioè non legate alle proteine) vengono anch'esse passate. La quantità sostanziale di questa escrezione dipende quindi dal legame proteico e dalla velocità di filtrazione glomerulare (in breve: GFR). Il GFR descrive l'efficienza di tutti i corpuscoli renali (cioè i glomeruli) nell'organo.

La secrezione attiva nei tubuli renali può avvenire con l'aiuto di diversi trasportatori (per esempio: trasportatori ABC). Il riassorbimento tubulare può avvenire anche tramite trasportatori - ma principalmente per diffusione. L'insufficienza renale può influenzare tutti e tre i processi di degradazione, causando un'escrezione più scarsa dei farmaci e portando a effetti collaterali o addirittura all'intossicazione.

Insufficienza renale in numeri:

Secondo uno studio sulla salute degli adulti in Germania pubblicato nel German Medical Journal, circa il 2,3% tra i 18 e i 79 anni ha una funzione renale limitata, ma solo il 16% di questi malati è sotto la cura di un medico. Un altro studio in Germania ha mostrato che nelle case di cura, circa due terzi dei residenti con un'età media di 83,3 anni hanno una funzione renale limitata - il 20% di questi riceveva almeno un farmaco permanente con un dosaggio inappropriato o una controindicazione (cioè una circostanza che vieta una misura diagnostica o terapeutica).

Questo suggerisce che l'insufficienza renale può essere sconosciuta o considerata in modo inadeguato in una parte dei pazienti.

Determinazione della funzione renale:

Nella vita di tutti i giorni, una determinazione molto accurata della funzione renale non è facile da attuare, in quanto ciò richiederebbe i cosiddetti marcatori esogeni (cioè sostanze che forniscono informazioni sullo stato biologico) per misurare la GRF (velocità di filtrazione glomerulare). Per la diagnostica di routine, la funzione renale viene quindi determinata utilizzando il marker endogeno creatinina (cioè la sostanza responsabile della fornitura di energia ai muscoli). Gli adulti sani hanno di solito un GFR di più di 120 ml/min, che diminuisce con l'età. L'insufficienza renale è definita come una GFR inferiore a 60 ml/min, e la dose del farmaco è anche basata sulla velocità di filtrazione glomerulare. I dosaggi comuni si trovano da 30 a 60 ml/min, da 15 a 30 ml/min e al di sotto di 10 o 15 ml/min - l'ultima categoria è nella gamma della cosiddetta insufficienza renale permanente.

I farmacisti riconoscono l'insufficienza renale?

In uno studio francese pubblicato nel 2015, i farmacisti generali hanno identificato i pazienti con insufficienza renale solo secondo i criteri: Età superiore ai 65 anni e prescrizione di almeno due farmaci antipertensivi o antidiabetici. Riconoscendo tali pazienti, i farmacisti potrebbero potenzialmente consigliare più efficacemente l'automedicazione e correggere i dosaggi inappropriati o riconoscere le controindicazioni. Uno studio multicentrico osservazionale o a disegno trasversale pubblicato nel 2013 ha esaminato 40 farmacie spagnole e ha determinato che un tale servizio di aggiustamento del dosaggio dei farmaci per i pazienti anziani con insufficienza renale, può aumentare la percentuale di dosaggio aggiustato ed evitare problemi legati ai farmaci come risultato.

Un'automedicazione pericolosa:

Un problema comune visto è che la maggior parte delle persone identificano gli antidolorifici come innocui senza una prescrizione. Il minerale calcio può essere problematico in alcune circostanze per i pazienti con funzione renale compromessa, poiché diversi meccanismi di regolazione del livello di calcio sono compromessi nell'insufficienza renale cronica. Di conseguenza, l'assorbimento attraverso il tratto gastrointestinale e anche l'escrezione renale del calcio possono essere ridotti. Di conseguenza, un possibile basso livello di calcio potrebbe promuovere disturbi del metabolismo osseo con un aumento del rischio di osteoporosi nell'insufficienza renale cronica. Tuttavia, livelli eccessivi di calcio possono portare all'accumulo di sali di calcio nei vasi sanguigni, favorendo una possibile aterosclerosi o ipertensione.

Conclusione:

I pazienti con insufficienza renale dovrebbero quindi prendere integratori di calcio solo dopo aver consultato il loro medico ed eseguire un monitoraggio regolare dei livelli sierici. Sia il corretto aggiustamento della dose che l'evitamento di farmaci ad alto rischio sono di grande importanza. Soprattutto nei pazienti anziani, un effetto collaterale più complesso o addirittura un'intossicazione possono essere evitati con l'aiuto di un attento monitoraggio degli antidolorifici da parte dei farmacisti.

Fonti

  • Brunton L. L., Lazo, J. S., Parker, K. L., (ed.). The Pharmacological Basis of Therapeutics. Mc Graw Hill Education. 2010.
  • Lepist, E. I., et al. Renal transporter-mediated drug-drug interactioons: are they clinically relevant? J. Clin. Pharmacol 56. 2016. S73-S81.
  • Girndt M, Trocchi P, Scheidt-Nave C, Markau S, Stang A. The prevalence of renal failure—Results from the German Health Interview and Examination Survey for Adults. 2008–2011 (DEGS1). Dtsch Arztebl Int 2016. 113: 85–91. DOI: 10.3238/arztebl.2016.0085
  • Hoffmann, F., et al., Niereninsuffizienz und Medikation bei Pflegeheimbewohnern. Dtsch. Ärzteblatt Int. 2016.
  • Pourrat X, Sipert AS, Gatault P, Sautenet B, Hay N, Guinard F, Guegan F, Halimi JM. Community pharmacist intervention in patients with renal impairment. Int J Clin Pharm. Dez. 2015.
  • Niereninsuffizienz (Netdoktor) (accessibile su 01.04.2021)
  • Folgen für die Medikation (Pharmazeutische Zeitung) (accessibile su 01.04.2021)

Autore

Danilo Glisic

Ultimo aggiornamento

08.03.2021

Annuncio

Share

Annuncio

Il tuo assistente personale per i medicinali

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.