Esiste un legame tra la fibrillazione cardiaca e il consumo di alcol?

Medikamio Hero Image

Annuncio

Anche in piccole quantità, una bevanda alcolica potrebbe aumentare il rischio di fibrillazione atriale. Mentre circa 300.000 persone solo in Germania hanno il disturbo del ritmo cardiaco, circa il 70% dei pazienti non notano questi attacchi. Uno studio pubblicato di recente ha esaminato un possibile legame tra il consumo di alcol e la fibrillazione atriale.

L'anatomia del corazon umano forma linee e triangoli, malla de conexión de puntos sobre fondo azul. Illustrazione vettoriale

shutterstock.com / Illus_man

La fibrillazione auricolare spiegata:

Per bombardare il sangue nel corpo, il nostro corazon umano tarda tra 60 e 100 volte al minuto. Durante questo processo, il corazón si contrae ripetutamente (es decir, se contrae). Queste contrazioni sono spinte da quello che si chiama un cavo di eccitazione, che sono particolari cellule cardiache. Le cellule trasmettono segnali elettrici ai ventricoli umani in una sezione specifica, provocando così un intervallo regolare. È precisamente questa secuencia de conducción de la excitación la che se ve alterada en la fibrillazione auricolare, ya que las señales eléctricas no pueden transmitirse correctamente, sino que se quedan en las aurículas. A causa di questa contraccezione incompleta, le cámaras del corazón non possono bombardare il sangue con efficacia. Come risultato, la quantità di sangue trasportata ai vasi sanguigni individuali per il latido del corazón diminuisce di una media del 15%.

Esta arritmia cardíaca no pone directamente en peligro la vita, ma si no se trata puede tener consecuencias graves, como accidentes cerebrovasculares o insuficiencia cardíaca. Le cause possibili possono essere l'ipertensione arteriosa, l'età, le malattie coronariche, il diabete o l'ipertiroidismo. In alcuni casi, la fibrillazione auricolare può prodursi anche senza motivo aparente in pazienti con corazones sanos. Il consumo eccessivo di alcool può anche essere legato alla causa dell'aritmia. Questa correlazione è stata studiata oggi con lo studio pubblicato nel gennaio del 2021.

Diseño y metodos del estudio :

Lo studio, pubblicato nell'European Heart Journal, comprendeva cinque coorti di 107 845 persone originarie di Dinamarca, Finlandia, Italia, Norvegia e Svezia. Nella linea di base, i partecipanti sono stati sottoposti a un esame medico quando sono arrivati tra il 1982 e il 2010, e hanno fornito informazioni sulla loro storia medica, il loro stile di vita (compreso il consumo di alcool e tabacco), il loro impiego e il loro livello di istruzione. Environ 93 % dei partecipanti non aveva un'aritmia cardiaca all'inizio dello studio e l'età media era di 48 anni, di cui 48,3 % uomini.

Valutazione dei fattori di rischio mediante il progetto MORGAM :

L'informazione sui fattori di rischio era disponibile nelle visite di riferimento, nella linea di base. Tra le altre cose, i dati riguardanti l'indice di massa corporea (IMC), l'ipertensione, il diabete, i farmaci antipertensivi e gli antecedenti di infarto della miocardia sono stati analizzati a livello locale. I risultati sono stati centralizzati e analizzati nell'ambito del progetto MORGAM. Questo progetto è uno studio di collaborazione multinazionale finanziato dalla Commissione europea che indaga la relazione tra lo sviluppo delle malattie cardiovascolari, i fattori di rischio clásici e genetici e i biomarcatori (cioè i parametri medici dei processi biologici).

Il consumo medio di alcool è stato valutato in grammi al giorno e classificato secondo le categorie di consumo di alcool dell'OMS. Per calcolare la quantità di alcool, si è calcolato che 120 ml di vino, 330 ml di birra o 40 ml di latte contengono circa 12 g di etanolo.

I risultati aumentano con il consumo di alcool:

Di tutti i partecipanti allo studio, 5854 hanno sviluppato la fibrillazione auricolare durante il periodo di osservazione di 14 anni. Per tutti i tipi di bevande alcoliche e tanto per gli uomini quanto per le donne, le associazioni tra il consumo di alcol e il rischio di fibrillazione auricolare sono simili. Il rischio di aritmia è aumentato del 16% per le persone che non consumano più di una bottiglia di alcool al giorno, rispetto a quelle che si astengono dal consumare l'alcool. I ricercatori hanno concluso che un rischio più elevato può essere associato all'aumento del consumo di alcool. Hasta dos copas al día supusieron un aumento del 28% del riesgo, mientras que más de cuatro copas de alcohol supusieron un aumento de hasta el 47%. Se demostró una asociación a partir d'un consumo medio di alcol de 3g al día. Al contrario, per il rischio di insuffisance cardiaca, si è valutato che un consumo quotidiano di 20 g al giorno, quindi 1,6 boisson, ha dato i valori più bassi. Sin embargo, le persone che bevevano meno o più alcol erano più propense a sviluppare un'insuficienza cardiaca crónica.

Non si è trovata nessuna associazione estadísticamente significativa tra gli ex bebedores, i bebedores ocasionales o le persone che bevevano fino a una bevanda al giorno. I patroni di consumo dell'alcool non hanno mai avuto un significato.

Limitazione dello studio:

I limiti dello studio comprendono il fatto che i partecipanti allo studio si sono informati sul tipo e la quantità di alcol che hanno bevuto, il che può dare luogo a un'informazione sesgada.

Inoltre, l'informazione disponibile non permetteva ai ricercatori di esaminare gli effetti di un consumo eccessivo di alcool. Dato che la fibrillazione auricolare può anche prodursi in forma asintomatica, è possibile che alcuni episodi non siano stati notificati.

Nota: A causa del fatto che lo studio è stato di tipo osservativo, si può solo dimostrare un'associazione tra il consumo di alcol e la fibrillazione auricolare e non che l'alcol causi la fibrillazione auricolare.

Sin embargo, los resultados de este estudio fueron consistentes con estudios anteriores, ya que dos bebidas al día se asociaron con un riesgo significativamente mayor de fibrilación auricular in un estudio sobre la salud de las mujeres publicado en 2008. Un metaestudio publicado en 2014 en el Journal of the American College of Cardiology también encontró un aumento del 8% en el riesgo por bebida diaria.

Conclusione:

A diferencia de otras enfermedades cardiovasculares, incluso una ingesta baja de alcohol de 1,2 bebidas al día se asoció con un mayor riesgo de fibrilación auricular. Teniendo in considerazione i risultati di studi recenti che indicano che incluso un basso consumo di alcol conlleva un rischio, lo studio suggerisce che può esistere una associazione in questo vínculo.


Note sulla fonte:

Dora Csengeri, Ngoc-Anh Sprünker, Augusto Di Castelnuovo, Teemu Niiranen, Julie Kk Vishram-Nielsen, Simona Costanzo, Stefan Söderberg, Steen M Jensen, Erkki Vartiainen, Maria Benedetta Donati, Christina Magnussen, Stephan Camen, Francesco Gianfagna, Maja-Lisa Løchen, Frank Kee, Jukka Kontto, Ellisiv B Mathiesen, Wolfgang Koenig, Blankenberg Stefan, Giovanni de Gaetano, Torben Jørgensen, Kari Kuulasmaa, Tanja Zeller, Veikko Salomaa, Licia Iacoviello, Renate B Schnabel. Consumo di alcol, biomarcadores cardíacos y riesgo de fibrilación auricular y resultados adversos. Revista Europea del Corazón. 2021

Conen D, Tedrow UB, Cook NR, Moorthy MV, Buring JE, Albert CM. Consumo di alcol e rischio di fibrillazione auricolare incidente nelle donne. JAMA. 2008

Susanna C Larsson, Nikola Drca, Alicja Wolk. Consumo di alcol e rischio di fibrillazione auricolare: uno studio prospettico e un metaanálisis dosis-respuesta. Revista del Colegio Americano de Cardiología. Volume 64. número 3. 2014

https://www.netdoktor.at/krankheit/vorhofflimmern-7984

http://www.cuore.iss.it/eng/collaboration/morgan

https://www.aerzteblatt.de/nachrichten/sw/Vorhofflimmern?s=&p=1&n=1&nid=120151

Fonti:

Autore

Danilo Glisic

Ultimo aggiornamento

13.02.2021

Annuncio

Share

Annuncio

Il tuo assistente personale per i medicinali

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.