Flora vaginale naturale e secchezza vaginale nelle donne

giglio su una tavola blu

Annuncio

Un ambiente vaginale equilibrato è della massima importanza per la salute di una donna. È quindi importante mantenere questo equilibrio per proteggersi dalle malattie. Le complicazioni possono sorgere anche dopo la menopausa, ed è per questo che i sintomi dovrebbero essere riconosciuti e trattati presto.

I gigli giacciono su una tavola di legno blu.

shutterstock.com / daizuoxin

La flora vaginale nel corpo femminile:

La flora vaginale è la colonizzazione naturale di batteri nella zona vaginale. La funzione di difesa contro gli agenti patogeni e la regolazione della regione vaginale sono tra i compiti più importanti della flora vaginale. In una vagina sana, il numero e la composizione di questi batteri protettivi sono in equilibrio. Questa diversità di batteri (circa 100 milioni di germi per millilitro di secrezione vaginale) è dominata dai batteri dell'acido lattico, poiché questi sono in grado di proliferare meglio nell'ambiente vaginale. La funzione essenziale dei batteri lattici, o lattobacilli, è quella di convertire i glicogeni, cioè gli zuccheri multipli, provenienti dalla vagina in acido lattico. Questo acido lattico abbassa il pH della vagina, che a sua volta impedisce ad altri germi patogeni di moltiplicarsi. Oltre all'acido lattico, i lattobacilli producono anche perossido di idrogeno, che ha anche un effetto antibatterico sulla vagina. Idealmente, l'ambiente vaginale acido è in una gamma di pH da 3,8 a 4,4.

Fattori di rischio comuni:

I fattori di rischio più comuni dello squilibrio vaginale sono l'igiene impropria o la mancanza di igiene intima, l'uso di farmaci, lo stress e i cambiamenti ormonali. Soprattutto quando ci sono fluttuazioni nell'equilibrio ormonale delle donne, può verificarsi anche la secchezza vaginale.

Fluttuazioni ormonali:

Quando le donne entrano nel climaterio, o menopausa, si verificano fluttuazioni ormonali nel corpo femminile. Tra le altre cose, il livello di estrogeni diminuisce. Di conseguenza, il flusso di sangue nelle labbra e nelle zone vaginali diminuisce. Questo può causare la secchezza della vagina.

Disturbi vaginali in post-menopausa:

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica JAMA Internal Medicine, quasi la metà delle donne si lamentano di fastidiosi sintomi vulvovaginali dopo la menopausa. Nello studio clinico multicentrico, randomizzato e controllato con placebo, 302 donne sono state trattate o con l'estrogeno estradiolo (in forma di compresse), o con una crema idratante vaginale più volte a settimana per 12 settimane. Un terzo gruppo di studio ha ricevuto solo un gel placebo per tutto il periodo dello studio. Tutte le donne avevano sintomi vaginali fastidiosi. Tra i sintomi più comuni c'era il dolore alla penetrazione vaginale (60% delle donne), seguito dalla secchezza vaginale (21% delle donne). Il risultato di questo studio ha mostrato che né le compresse di estradiolo né la crema idratante vaginale hanno fornito ulteriori benefici rispetto al gruppo di studio placebo. In pratica, un placebo funziona circa il 30% delle volte. In questo caso, il placebo ha funzionato meglio del previsto, poiché non ci sono state differenze significative tra gli effetti dell'estradiolo, della crema idratante vaginale e del gel placebo. Secondo l'autore principale dello studio, il Dr. Mitchell, le proprietà lubrificanti del gel placebo neutro possono essere una ragione. Questi possono aver aiutato a trattare la secchezza vaginale. Di conseguenza, lo stato mentale, che probabilmente può influenzare gli stati biologici del corpo, non dovrebbe essere ignorato.

Un grande tabù?

Anche se molte donne sperimentano la disfunzione vaginale, alcune sono riluttanti a discutere la condizione vaginale o sessuale con un medico. A causa di questo, uno studio ha sviluppato un questionario progettato per migliorare l'identificazione e la diagnosi di tale disagio genitale nelle donne sopra i 45 anni durante la loro visita medica annuale.

Un altro studio, pubblicato nel North American Menopause Society's Menopause Journal, ha valutato l'efficacia di un questionario self-report che, tra le altre cose, valutava l'impatto della secchezza vaginale nelle donne in postmenopausa sul loro benessere. 113 donne hanno completato il cosiddetto questionario Day-to-Day Impact of Vaginal Aging (abbreviato DIVA) tra ottobre 2019 e febbraio 2020. I tassi di diagnosi di disagio vaginale delle donne che hanno completato il questionario DIVA sono stati valutati e confrontati con i tassi di diagnosi delle donne che non l'hanno fatto. Il risultato ha mostrato che le donne che hanno completato il questionario durante il periodo avevano un tasso di diagnosi del 37,2%. Le donne che non hanno completato il questionario DIVA hanno mostrato un tasso di diagnosi di solo il 10%. Nelle donne in post-menopausa, il tasso di diagnosi con il questionario era del 44,2% e dell'8,5% senza questionario.

Conclusione:

Ci sono molte ragioni diverse per la secchezza vaginale. Lo stress, i cambiamenti ormonali, un'igiene intima eccessiva o insufficiente o come conseguenza di altre malattie possono causare secchezza vaginale. Pertanto, è importante non aver paura di consultare un ginecologo se si sente che la vagina è troppo secca.

Fonti

Autore

Danilo Glisic

Ultimo aggiornamento

12.12.2020

Annuncio

Share

Annuncio

Il tuo assistente personale per i medicinali

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.