La mancanza di esercizio fisico aumenta il rischio di depressione negli adolescenti?

Medikamio Hero Image

Annuncio

Dato che la malattia mentale di solito inizia nell'adolescenza, è particolarmente importante identificare i fattori di rischio - perché globalmente più di 320 milioni di persone soffrono di depressione. Uno studio recentemente pubblicato ha quindi indagato la relazione tra i sintomi depressivi e l'attività fisica misurata e l'inattività fisica negli adolescenti.

Classe di scienze della scuola elementare: Sopra la spalla il ragazzino e la ragazza usano il computer portatile con lo schermo che mostra il software di programmazione. L'insegnante di fisica spiega la lezione a una classe diversa piena di ragazzi intelligenti

shutterstock.com / Gorodenkoff

La depressione spiegata:

Mentre nell'uso quotidiano del linguaggio il termine depressivo è spessousato per riferirsi allanormale disforia (cioè l'umore depresso di solito senza valore di malattia), in un contesto medico la depressione è un comune disturbo mentale. I sintomi di questo disturbo affettivo includono perdita di appetito, senso di colpa, bassa autostima, disturbi del sonno, stanchezza e scarsa concentrazione.

La depressione può verificarsi per lunghi periodi di tempo o apparire in episodi ricorrenti, causando una persona a lottare nel lavoro, nell'apprendimento o nella vita in generale. Nel peggiore dei casi, la condizione può portare al suicidio. Mentre le forme più lievi possono di solito essere trattate senza farmaci, le forme da moderate a gravi devono essere trattate con farmaci o con l'aiuto di una terapia professionale. La malattia si sviluppa spesso in giovane età e, secondo le statistiche dell'OMS, colpisce più spesso le donne che gli uomini, e anche le persone in cerca di lavoro sono più colpite.

Secondo il sistema di classificazione internazionale ICD-10 (cioè la Classificazione Internazionale delle Malattie), ci sono tre livelli di gravità:

  • episodio depressivo lieve: quando ci sono almeno due sintomi principali come l'umore depresso e la mancanza di grinta, e due sintomi aggiuntivi come il senso di colpa e i disturbi del sonno.
  • Episodio depressivo moderato: quando sono presenti due sintomi principali e almeno tre, al massimo quattro sintomi aggiuntivi.
  • Episodio depressivo maggiore: quando vengono diagnosticati tre sintomi principali e almeno quattro sintomi aggiuntivi. Inoltre, le caratteristiche devono durare almeno due settimane.

Altri sottotipi di episodi depressivi possono essere ulteriormente specificati - come nel disturbo depressivo cronico, depressione psicotica, depressione melanconica, depressione stagionale dipendente, o disturbo mentale post-partum. Il seguente studio non include il disturbo affettivo bipolare.

Adolescenti analizzati:

Lo studio, pubblicato nel febbraio 2020, nella rivista medica The Lancet, ha analizzato i dati dello studio ALSPAC (cioè, Avon Longitudinal Study of Parents and Children), che ha seguito una coorte di quasi 15.000 bambini dalla gravidanza delle loro madri dal 1991. Usando degli accelerometri, il comportamento sedentario e l'attività fisica sono stati misurati in bambini di 12, 14 e 16 anni. L'attività totale è stata valutata come conteggio al minuto (CMP) e successivamente calcolata come media CPM al giorno. La misura dell'attività fisica è stata poi associata ai risultati del CIS-R (cioè Clinical Interview Schedule-Revised), che è stato valutato in 4.257 partecipanti di 18 anni. CIS-R è uno strumento diagnostico strutturato usato dagli psichiatri per valutare e dare un punteggio (cioè, un valore) ai disturbi mentali.

Attività fisica misurata accuratamente:

L'attività fisica è stata registrata utilizzando un misuratore MTI Actigraph 7164 o 71256 indossato sul fianco destro per 7 giorni. Entrambi i modelli sono della stessa generazione di accelerometri ad asse singolo e non vi è alcuna differenza significativa tra i risultati, secondo lo studio.

Tranne che per lavarsi o fare sport acquatici, i partecipanti allo studio indossavano questi misuratori durante le ore di veglia. I dati sono stati presi solo dai soggetti che hanno registrato più di 10 ore di usura per almeno 3 giorni.

Questa misurazione ha definito la quantità e l'intensità dell'attività fisica svolta in tre categorie:

  • Attività fisica da moderata a vigorosa: ad un minimo di 3600 CPM. (ad esempio, camminata veloce o jogging)
  • attività leggera: 200-3599 CPM. (es. camminare lentamente)
  • comportamento sedentario: ad un massimo di 199 CPM. (ad esempio, stando sdraiati o seduti)

Per tenere conto delle differenze nel tempo di utilizzo, il tempo trascorso in ogni intensità di attività è stato calcolato come percentuale del tempo totale di utilizzo. Il periodo di follow-up è stato di 6 anni.

Più è vecchio, più è seduto:

Le analisi hanno mostrato che l'attività fisica è diminuita tra i 12 e i 16 anni di età, il che, secondo lo studio, è dovuto alla diminuzione della durata dell'attività leggera - da 5 ore e 26 minuti a 4 ore e 5 minuti. Oltre a questo, c'è stato un aumento del comportamento sedentario da una media di 7 ore e 10 minuti a 8 ore e 43 minuti.

C'è una correlazione tra l'aumento del comportamento sedentario e l'aumento dei punteggi di depressione all'età di 18 anni. Ogni ora in più in una posizione sedentaria dall'età di 12 anni ha aumentato il punteggio di depressione dell'11,1%. D'altra parte, ogni ora in più di attività fisica leggera ha diminuito il punteggio del 9,6%. In generale, i punteggi di depressione erano più alti nei soggetti con un comportamento sedentario persistentemente alto e medio rispetto a quelli che erano persistentemente meno sedentari. Inoltre, i soggetti con attività fisica persistentemente alta avevano punteggi di depressione più bassi rispetto a quelli con attività persistentemente bassa.

Circa 15 minuti di esercizio quotidiano potrebbero ridurre i punteggi di depressione del 9% già a partire dai 12 anni. Tuttavia, questo legame non era significativo, poiché questa relazione non è stata trovata per l'attività fisica da moderata a vigorosa all'età di 14 o 16 anni.

Conclusione:

Esattamente come l'esercizio protegge dalla depressione purtroppo non è ancora noto. Ciò che è chiaro è che l'inattività fisica sposta l'attività leggera durante l'adolescenza ed è associata a un rischio maggiore di sintomi depressivi all'età di 18 anni. Aumentare l'attività e diminuire il comportamento sedentario durante l'adolescenza potrebbe essere un interesse significativo per la salute pubblica per sfidare l'incidenza crescente della depressione.

Autore

Danilo Glisic

Ultimo aggiornamento

14.06.2021

Annuncio

Share

Annuncio

Il tuo assistente personale per i medicinali

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.