L'aromaterapia funziona per l'Alzheimer?

Fiori con una piccola bottiglia di vetro. All'interno c'è un olio aromatico.

Annuncio

Da un po' di tempo a questa parte, le terapie non farmacologiche per i pazienti affetti da demenza hanno guadagnato importanza. In Germania, circa 1,6 milioni di persone soffrono attualmente di demenza - in Austria 100.000 e in Svizzera circa 146.000 donne e uomini. La tendenza è in aumento, ed è per questo che i ricercatori stanno studiando se l'aromaterapia può avere un effetto positivo sui pazienti affetti da demenza.

Fiori con una piccola bottiglia di vetro. All'interno c'è un olio aromatico.

/ Mareefe

Cos'è l'aromaterapia:

Dopo la sua introduzione per la cura degli anziani, la medicina alternativa complementare, che utilizza approcci "non farmacologici" oltre all'uso di sostanze medicinali, ha ottenuto un uso alternativo ancora maggiore nel trattamento della demenza senile. In questo contesto, gli approcci della medicina alternativa sono utilizzati per integrare la farmacoterapia nelle strutture di cura per i pazienti anziani. Questo include la cosiddetta aromaterapia, che lavora esclusivamente con sostanze vegetali come oli essenziali, assolute (cioè fragranze oleose altamente concentrate ottenute con solventi) e resinoidi (cioè estratti di resine) così come oli grassi. In questo processo, all'olio estratto dalla pianta viene assegnato un effetto profumato specifico, che viene poi utilizzato nei metodi di trattamento tradizionali. Gli esatti meccanismi d'azione dell'efficacia dell'aromaterapia non sono ancora del tutto noti.

Modalità d'azione:

Nell'aromaterapia, le molecole di odore degli oli essenziali aderiscono all'epitelio olfattivo nelle cavità nasali. Attraverso il sistema nervoso olfattivo, le sostanze chimiche raccolte dalle ciglia chemosensoriali vengono rilevate e successivamente trasmesse all'ippocampo o sistema limbico del cervello e all'amigdala. L'informazione viene riconosciuta come un odore e lo stimolo influenza successivamente la regolazione del sistema nervoso autonomo e una serie di reazioni vitali nel cervello - come il rilascio di neurotrasmettitori.
Zusammengefasst löst das Geruchsmolekül bei der Aromatherapie unterschiedliche vitale Reaktionen aus.

Secondo i ricercatori, nonostante l'olfatto forse compromesso dei malati di Alzheimer, una rinascita dei nervi olfattivi è possibile. Si presume che i miglioramenti delle funzioni cognitive potrebbero derivare dalla cosiddetta neuropoiesi(cioè la differenziazione delle cellule staminali in neuroni adulti).

Nello studio esistente, l'aromaterapia applicata non includeva massaggi aromatici, bagni aromatici o terapia tattile a causa di possibili problemi fisici come il bruciore alle basse temperature. L'uso comune della terapia in persone sane includeva oli essenziali di lavanda e rosmarino - con la lavanda che mostrava anche effetti significativi sull'insonnia in altri studi randomizzati.

Metodo di studio giapponese:

Lo studio, pubblicato sulla rivista medica giapponese Psychogeriatrics, ha esaminato 28 persone anziane, con un'età media di 86 anni, con varie forme di demenza senile. Secondo i ricercatori, sia i pazienti che i loro parenti sono stati informati in dettaglio sui metodi e lo scopo dello studio e hanno dato il loro consenso.

Dopo un periodo di controllo di 28 giorni, l'aromaterapia classica è stata applicata ai pazienti per altri 28 giorni. Il successivo periodo di follow-up è stato di nuovo di 28 giorni. La terapia utilizzava oli essenziali di rosmarino e limone al mattino e lavanda e arancia la sera. Utilizzando la cosiddetta versione giapponese della Gottfries, Brane, StandingDementia Scale e altri metodi, i ricercatori dello studio sono stati in grado di determinare il possibile effetto dell'aromaterapia. Questo è stato misurato un totale di quattro volte: prima del periodo di controllo, dopo il periodo di controllo, dopo la fase di aromaterapia e dopo il periodo di follow-up.

Nella fase di aromaterapia, i pazienti sono stati trattati con 0,04 ml di olio di limone e 0,08 ml di olio di rosmarino la mattina tra le 9 e le 11 e con 0,08 ml di olio di lavanda e 0,04 ml di olio di arancia la sera tra le 7:30 e le 21. Durante questo processo, gli oli essenziali sono stati messi in diffusori elettrici (cioè dispositivi che rallentano il flusso del fluido e aumentano la pressione del fluido). Gli stessi oli essenziali sono stati prodotti a Tokyo, in Giappone. Ogni stanza del paziente era dotata di due diffusori.

Miglioramenti cognitivi:

I risultati hanno mostrato un miglioramento significativo nell'orientamento individuale relativo alle funzioni cognitive sulle scale di valutazione utilizzate in tutti i pazienti studiati dopo la fase di aromaterapia. Oltre a questo, nello studio sono stati eseguiti test di laboratorio di routine. Questi non hanno mostrato cambiamenti nei valori, che secondo i ricercatori giapponesi è un indicatore che non si sono verificati effetti collaterali in relazione all'applicazione dell'aromaterapia. Un'ulteriore analisi dei valori è stata anche in grado di confermare che i caregiver non hanno avuto alcuna influenza sul miglioramento dei valori dei pazienti nei test condotti, secondo lo studio.

Conclusione:

I risultati dello studio suggeriscono che l'aromaterapia classica è stata in grado di mostrare un effetto significativo come alternativa non farmacologica per la demenza senile. Secondo i ricercatori, le funzioni cognitive sono state migliorate in tutti i pazienti studiati. In futuri studi di più ampia portata con più soggetti, l'uso dell'aromaterapia offre un grande potenziale per i trattamenti di cure complementari, soprattutto per i pazienti di Alzheimer in relazione alle funzioni cognitive.

Fonti

Autore

Danilo Glisic

Ultimo aggiornamento

11.10.2021

Annuncio

Share

Annuncio

Il tuo assistente personale per i medicinali

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.