Trattamento antivirale per l'epatite C con successo?

Diagnosi - virus dell'epatite C. Rapporto medico con composizione di farmaci - compresse rosse, iniezioni e siringa. Focalizzazione selettiva.

Annuncio

L'epatite cronica C è una delle cause più comuni di cirrosi epatica e carcinoma epatocellulare. Secondo le stime dell'OMS, circa l'uno per cento della popolazione mondiale è cronicamente infettato dall'epatite C - equivalente a circa 78 milioni di persone. Ora, uno studio pubblicato di recente ha scoperto che il trattamento con farmaci antivirali potrebbe ridurre la mortalità complessiva del 52%.

Diagnosi - virus dell'epatite C. Rapporto medico con composizione di farmaci - compresse rosse, iniezioni e siringa. Focalizzazione selettiva.

shutterstock.com / Tashatuvango

L'epatite C e il suo virus:

L'epatite C è un'infiammazione del fegato causata dal virus dell'epatite C. La malattia può essere acuta o cronica. L'epatite cronica C è considerata una delle cause più comuni di cirrosi (cioè di restringimento del fegato) e di carcinoma epatico (cioè di cancro al fegato). Il virus è un virus RNA (cioè acido ribonucleico, di solito un solo filamento, a differenza del DNA) e appartiene alla famiglia dei flavivirus. Dopo la sua scoperta nel 1989, al virus precedentemente noto come epatite non-A non-B è stato dato il suo nome attuale, epatite C. Attualmente, ogni sospetto del virus, così come ogni infezione provata (e i decessi per epatite C), devono essere segnalati dai medici al dipartimento della salute appropriato con il nome del paziente.

Differenza nella progressione della malattia:

L'agente causale del virus, che si diffonde in tutto il mondo, si trasmette principalmente attraverso il sangue umano. Geograficamente, la regione del Mediterraneo orientale e l'Europa sono le più colpite. In circa il 75% dei casi, le infezioni da epatite C non causano sintomi o solo sintomi non specifici. Questi includono: Affaticamento Perdita di appetito, nausea, dolori muscolari e articolari o leggera febbre. Il restante 25% degli individui infetti può sviluppare un'infiammazione epatica acuta con un possibile decorso lieve. I sintomi risultanti sarebbero enzimi epatici moderatamente elevati e ittero (cioè l'ittero), ingiallimento delle membrane mucose della pelle e la sclera bianca nell'occhio umano.

Anche se i virustatici ad azione diretta (cioè gli agenti antivirali) sono usati più ampiamente per trattare l'infezione cronica dell'epatite C, si trovano pochi rapporti di efficacia clinica nei pazienti. Uno studio pubblicato nel 2019, sulla rivista The Lancet, ha confrontato l'incidenza di morte, cirrosi e carcinoma epatocellulare in una coorte francese tra i pazienti trattati con virustatici ad azione diretta e quelli non sottoposti a tale trattamento.

Metodo di studio:

Lo studio osservazionale è stato condotto su pazienti adulti con infezione cronica da epatite C che sono stati ricoverati in 32 diversi centri esperti di epatologia in Francia. I pazienti con epatite cronica B, una storia di cirrosi epatica o carcinoma epatocellulare sono stati esclusi - così come i pazienti con trapianto di fegato o quelli trattati con interferone-ribavirina (agente antivirale). I risultati primari dello studio erano l'incidenza della mortalità per tutte le cause, il carcinoma epatocellulare e la cirrosi epatica. L'associazione tra i farmaci virali ad azione diretta e questi esiti è stata misurata utilizzando modelli di Cox dipendenti dal tempo. Questi modelli sono tra le tecniche di analisi statistica più popolari per studiare i dati di sopravvivenza.

Risultati:

Tra agosto 2012 e dicembre 2015, 10 166 pazienti hanno partecipato a questo studio. Il 97% di loro, ovvero 9895 pazienti, ha fornito le cosiddette informazioni di follow-up, che sono state incluse in questa analisi. Il follow-up si riferisce alla verifica successiva dell'efficacia e della sostenibilità della ricerca - o un'indagine di follow-up. Il trattamento con farmaci antivirali ad azione diretta, per esempio con combinazioni di sofosbuvir come sofosbuvir e ledipasvir o sofosbuvir e daclatasvir, è stato iniziato in 7344 pazienti durante il follow-up. Circa un quarto, o 2551 pazienti, è rimasto non trattato fino all'ultimo follow-up. Durante il follow-up, 218 pazienti sono morti (129 trattati, 89 non trattati), 258 hanno riportato un carcinoma epatocellulare (187 trattati, 71 non trattati), e 106 hanno avuto una cirrosi (74 trattati, 32 non trattati). L'uso di farmaci antivirali ad azione diretta è stato associato a un aumento del rischio di carcinoma epatocellulare e cirrosi.

Aggiustamento per le variabili:

Poiché i due gruppi di trattamento erano molto diversi, i risultati preliminari hanno suggerito che il trattamento virustatico potrebbe essere più dannoso. A causa di motivi etici, non è stato possibile condurre uno studio di intervento controllato che ha portato a tale risultato. Secondo lo studio, i pazienti differivano in modi significativi che potrebbero influenzare il fattore di rischio. Così, i partecipanti allo studio nel gruppo di trattamento erano più anziani o con maggiori probabilità di avere una storia di cirrosi epatica grave o un consumo eccessivo di alcol.

Dopo aver aggiustato per variabili come età, sesso, livello di BMI, origine geografica, via di infezione, trattamento o tipo di epatite C e consumo di alcol, l'uso di farmaci virali ad azione diretta è stato associato a una diminuzione del 52% della mortalità per tutte le cause e una riduzione del 33% del rischio di sviluppare un carcinoma epatocellulare. Tuttavia, questo aggiustamento non potrebbe essere associato alla cirrosi epatica, perché anche dopo questo, è stato registrato un aumento di rischio non significativo del 14%.

Conclusione:

Il trattamento con agenti antivirali ad azione diretta è associato a un rischio ridotto di mortalità per tutte le cause e carcinoma epatocellulare, secondo lo studio. A causa dell'alto costo di un tale ciclo di trattamento di 12 settimane (per esempio con il farmaco Sovaldi )- circa 40.000€ - non è facile rendere questa terapia disponibile per un gruppo più ampio di pazienti. Così, ONG come Médecins Sans Frontières o Doctors of the Worldcercano di contestare questi diritti di brevettoper permettere la produzione di farmaci più economici.


Principi attivi:

    Fonti

    Autore

    Danilo Glisic

    Ultimo aggiornamento

    15.03.2021

    Annuncio

    Share

    Annuncio

    Il tuo assistente personale per i medicinali

    Farmaci

    Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

    Sostanze

    Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

    Malattie

    Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

    Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.

    This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.