Diazepam

Diazepam
Codice ATC N05BA01
Formula C16H13ClN2O
Massa molare (g·mol−1) 284,74
Stato di aggregazione soldio
Punto di fusione (°C) 125–126
Valore PKS 3,4
Numero CAS 439-14-5
Numero PUB 3016
Drugbank ID DB00829
Solubilità scarsamente solubile in acqua

Nozioni di base

Il Diazepam è un farmaco del gruppo delle benzodiazepine. All'interno di questo gruppo, il diazepam appartiene ai rappresentanti a lunga durata d'azione. Ha proprietà sedative, ansiolitiche e anticonvulsive. È usato per il trattamento degli stati d'ansia e dell'epilessia e per la premedicazione prima di interventi chirurgici. Come per tutte le benzodiazepine, c'è un rischio di dipendenza con l'uso prolungato di diazepam. Il Diazepam viene solitamente somministrato sotto forma di compresse, ma può anche essere somministrato in altre forme. Il Diazepam è soggetto a una rigorosa prescrizione.

Farmacologia

Farmacodinamica

L'effetto del diazepam si basa sulla cosiddetta modulazione allosterica del recettore GABA-A nelle cellule nervose del cervello e del midollo spinale. Questo significa che il diazepam non si lega direttamente al sito di legame del GABA, ma a un sito separato del recettore. Questo aumenta l'affinità del GABA (acido gammaamminobutirrico, un importante neurotrasmettitore inibitorio) al recettore, rendendolo più probabile all'apertura. Questo provoca l'effetto depressivo del diazepam.

Farmacocinetica

Il Diazepam viene assorbito nel tratto gastrointestinale e raggiunge la massima concentrazione plasmatica dopo circa 1-1,5 ore. Il legame con le proteine plasmatiche è del 98-99%. Il Diazepam viene degradato nel fegato dagli enzimi del sistema CYP450. I due enzimi CYP3A4 e CYP2C19 sono principalmente coinvolti. I metaboliti risultanti sono glucuronidati e quasi interamente escreti nelle urine. L'emivita di eliminazione è di 1-2 giorni.

Interazioni tra farmaci

Quando assunto in concomitanza con farmaci che sono anche ripartiti dagli enzimi CYP3A4 o CYP2C19, possono verificarsi livelli aumentati di diazepam. Questi includono: Cimetidina, omeprazolo, disulfiram, ketoconazolo, fluvoxamina e fluoextine. La combinazione con farmaci che hanno lo stesso o simile effetto sul SNC (antidepressivi, sedativi, neurolettici, antiepilettici, ansiolitici, inibitori della proteasi dell'HIV) dovrebbe anche essere evitata a tutti i costi. Inoltre, il diazepam non deve essere combinato con levodopa, teofillina, fenitoina, fenobarbital e rilassanti muscolari.

Tossicità

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali comuni del diazepam sono:

  • Mal di testa
  • nausea
  • Diminuzione della reattività
  • disturbi gastrointestinali
  • Difficoltà respiratorie
  • Ipotensione
  • Ritenzione urinaria

C'è un alto potenziale di dipendenza quando si prendono le benzodiazepine.

Dati tossicologici

LD50 (ratto, orale): 249 mg-kg-1