Lattulosio

Lattulosio
Codice ATC A06AD11
Formula C12H22O11
Massa molare (g·mol−1) 342,30
Stato di aggregazione soldio
Punto di fusione (°C) 163–165
Numero CAS 4618-18-2
Numero PUB 11333
Drugbank ID DB00581
Solubilità gut löslich in Wasser (764.0 mg/mL)

Nozioni di base

Il lattulosio è un bi-zucchero (disaccaride) non assorbibile, costituito dai due zuccheri semplici D-galattosio e fruttosio. Non è presente in natura e deve quindi essere prodotta sinteticamente. Il lattulosio viene utilizzato per trattare la stitichezza e l'encefalopatia epatica. Si assume per via orale in caso di stitichezza e per via orale o rettale in caso di encefalopatia epatica.

Il lattulosio è stato caratterizzato e prodotto per la prima volta nel 1929. I suoi effetti medicinali furono scoperti e descritti poco più tardi dal chimico austriaco Friedrich Petuely. Il lattulosio è stato utilizzato in campo medico a partire dagli anni '50 circa. Il farmaco fa parte dell'elenco dei farmaci essenziali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Farmacologia

Farmacodinamica

Costipazione

Il lattulosio non può essere assorbito dall'intestino tenue dell'uomo e non viene scomposto dagli enzimi umani, per cui la sostanza passa inalterata attraverso il tratto digestivo. Il lattulosio è osmoticamente attivo e richiama acqua nel lume intestinale. Questo porta ad avere feci più morbide e più facilmente espellibili. Un altro effetto lassativo è causato dalla fermentazione del lattulosio da parte dei batteri intestinali nel colon. Nel processo si formano sostanze osmoticamente attive e stimolanti la peristalsi (ad esempio l'acetato), ma si produce anche metano, che a volte può provocare flatulenza.

Encefalopatia epatica

Nell'intestino crasso, il lattulosio viene anche convertito dalla flora batterica in acidi, soprattutto acido lattico e acetico. Questi causano l'acidificazione del contenuto intestinale (aumento della concentrazione di H+ nell'intestino). Ciò favorisce la formazione dello ione ammonio non assorbibile (NH+4) dall'ammoniaca (NH3), che impedisce all'NH3 di entrare nel sangue dal colon. Nel complesso, questo riduce la concentrazione di ammoniaca nel plasma. Il lattulosio è quindi efficace nel trattamento dell'encefalopatia epatica, favorita da elevati livelli plasmatici di NH3.

Farmacocinetica

Dopo la somministrazione orale, meno del 3% della dose somministrata viene assorbita nell'intestino tenue. Il lattulosio rimanente entra nell'intestino crasso dove viene parzialmente metabolizzato. Anche dopo la metabolizzazione, tuttavia, l'assorbimento del lattulosio immutato e dei suoi metaboliti attraverso l'intestino crasso è trascurabile. Il lattulosio viene essenzialmente metabolizzato solo nell'intestino crasso dai batteri saccarolitici ivi presenti. In particolare, la sostanza viene scomposta in acido lattico e in piccole quantità di acido acetico e formico. È stato dimostrato che l'escrezione renale della frazione di lattulosio assorbita è pari a circa il 3% e richiede generalmente meno di 24 ore. La maggior parte della parte di lattulosio non assorbita viene escreta nelle feci. A causa del basso assorbimento, non esistono valori affidabili per l'emivita, il legame con le proteine plasmatiche, la clearance e il volume di distribuzione della sostanza.

Tossicità

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali comuni del lattulosio sono crampi addominali, rumori intestinali e flatulenza. Gli effetti collaterali non comuni includono nausea e vomito, ipokaliemia con debolezza muscolare, stipsi e aritmie cardiache.

Dati tossicologici

DL50, ratto, orale: 18,16 g/kg

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.