Oxazepam

Oxazepam
Codice ATC N05BA04
Formula C15H11ClN2O2
Punto di fusione (°C) 205
Valore PKS 1.55; 10.9
Numero CAS 604-75-1
Numero PUB 4616
Drugbank ID DB00842

Nozioni di base

L'oxazepam è una benzodiazepina ad azione media con un'insorgenza d'azione lenta. L'oxazepam è indicato per il trattamento dei disturbi d'ansia e per il sollievo a breve termine dei sintomi dell'ansia. Può essere utilizzato anche per trattare i sintomi dell'astinenza da alcol. La sostanza viene assunta per via orale sotto forma di compresse.

La sostanza è stata sviluppata e commercializzata nel 1965 dalla Dr. Karl Thomae GmbH (oggi Boehringer Ingelheim).


Farmacologia

Farmacodinamica

Le benzodiazepine, compreso l'oxazepam, esercitano i loro effetti sedativi e ansiolitici potenziando l'azione del GABA endogeno, il principale neurotrasmettitore inibitorio del SNC. In questo modo, si lega al canale del cloruro GABA come modulatore allosterico positivo. Questo favorisce il legame del GABA al canale e aumenta l'effetto inibitorio. Rispetto ad altre benzodiazepine, l'oxazepam ha una potenza relativamente bassa e una durata d'azione moderata.

Farmacocinetica

L'oxazepam viene somministrato solo per via orale e raggiunge il picco di concentrazione plasmatica dopo circa 3 ore. Si lega per l'89% all'albumina sierica. L'emivita di eliminazione è di circa 8 ore. Secondo uno studio britannico, l'oxazepam viene assorbito più lentamente e ha l'inizio d'azione più lento di tutte le benzodiazepine comuni. La sostanza non viene scomposta attraverso il sistema del citocromo P450, per cui può essere utilizzata senza problemi anche in pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa.

Interazioni tra farmaci

L'oxazepam è di per sé un principio attivo e, a differenza di altre benzodiazepine comunemente utilizzate, non deve essere preventivamente convertito nel fegato. Ciò rende piuttosto improbabile il verificarsi di interazioni.

Tossicità

Effetti collaterali

  • Vertigini
  • Sonnolenza
  • Mal di testa
  • disturbi della memoria
  • eccitazione paradossale
  • amnesia anterograda

L'oxazepam può causare tolleranza, dipendenza fisica, assuefazione e sindrome da astinenza da benzodiazepine. L'astinenza da oxazepam o da altre benzodiazepine provoca spesso sintomi di astinenza simili a quelli dell'astinenza da alcol e barbiturici. Più alta è la dose e più a lungo viene assunto il farmaco, maggiore è il rischio di sperimentare spiacevoli sintomi di astinenza. Tuttavia, i sintomi di astinenza possono manifestarsi anche a dosi normali e dopo un uso di breve durata. Il trattamento con benzodiazepine deve essere interrotto il prima possibile, riducendo lentamente e gradualmente la dose.

Controindicazioni

L'uso di oxazepam durante la gravidanza può causare una serie di gravi effetti collaterali nel feto e nel neonato. Pertanto, deve essere somministrato solo in caso di evidente necessità.

Dati tossicologici

DL50, ratto, orale: >8000 mg/kg

DL50, topo, orale: 1540 mg/kg

Fonti

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.