Triamcinolone

Triamcinolone
Codice ATC A01AC01, C05AA12, D07AB09, D07XB02, H02AB08, R01AD11, R03BA06, S01BA05
Formula C21H27FO6
Massa molare (g·mol−1) 394,4
Stato di aggregazione soldio
Punto di fusione (°C) 270
Numero CAS 124-94-7
Numero PUB 31307
Drugbank ID DB00620
Solubilità scarsamente solubile in acqua

Nozioni di base

Il triamcinolone è un cosiddetto glucocorticoide, che è una modifica dell'ormone naturale cortisolo. Ha effetti antinfiammatori e antiallergici e ha anche un effetto inibitorio su alcune attività del sistema immunitario. Ha un certo numero di usi. Questi includono il trattamento di malattie reumatiche, reazioni allergiche, COPD e alcune malattie della pelle come la psoriasi. Il triamcinolone viene somministrato principalmente sotto forma del suo sale più comune, il triamcinolone acetonide. Le forme di dosaggio più comuni sono le compresse e i preparati per applicazione superficiale. Il triamcinolone è disponibile solo su prescrizione.

Farmacologia

Farmacodinamica

Il triamcinolone agisce grazie alla sua somiglianza strutturale con i glucocorticoidi endogeni. Non legato, può penetrare la membrana della cellula e poi legarsi con alta affinità ai recettori intracellulari dei glucocorticoidi.

L'effetto antinfiammatorio (anti-infiammatorio) si ottiene interferendo con il cosiddetto metabolismo dell'acido arachidonico. Il principio attivo fa sì che alla fine di questo metabolismo vengano prodotte meno prostaglandine e leucotrieni. Questi sono significativamente coinvolti nel processo infiammatorio del corpo umano.

Il triamcinolone ha un effetto antiallergico impedendo il rilascio di istamina e riducendo contemporaneamente il numero e l'attività di certi linfociti B e T.

Farmacocinetica

Il triamcinolone viene scomposto dagli enzimi del sistema CYP450 nelle cellule del fegato. Ha un'emivita plasmatica di circa 2-3 ore ed è legato per il 68% alle proteine nel plasma sanguigno. Viene escreto quasi interamente nelle urine.

Interazioni

Non sono note interazioni.

Tossicità

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali tipici sono manifestazioni atrofiche nei muscoli e nella pelle, acne da steroidi, aritmia cardiaca, edema e disturbi della distribuzione del grasso. Se il dosaggio è troppo alto, può verificarsi anche la cosiddetta sindrome di Cushing.

Dati tossicologici

LD50 (ratto, sottocutaneo): 13.100µg/kg

Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.