Codice ATC: L01CX01

Yondelis 1 mg polvere per concentrato per soluzione perinfusione

Yondelis 1 mg polvere per concentrato per soluzione perinfusione
Sostanza Trabectedina
Ammissione Italia
Produttore Pharma Mar S.A.
Narcotic No
Gruppo farmacologico Alcaloidi vegetali e altri prodotti naturali

Titolare dell'autorizzazione

Pharma Mar S.A.

Riepilogo per il pubblico

Cos'è e come viene utilizzato?

Yondelis è un medicinale antitumorale che impedisce la moltiplicazione delle cellule tumorali.

Yondelis viene utilizzato per il trattamento dei pazienti che presentano un sarcoma dei tessuti molli in fase avanzata, che non hanno tratto benefici dall?uso di altri medicinali o che non possono riceverli. Il sarcoma dei tessuti molli è una patologia maligna che nasce in un punto qualsiasi dei tessuti molli, come in muscoli, grasso o altri tessuti (ad esempio cartilagini o vasi).

Yondelis associato alla doxorubicina pegilata liposomiale (PLD: un altro medicinale antitumorale) viene utilizzato per il trattamento di pazienti che presentano una recidiva di cancro ovarico dopo somministrazione di almeno una terapia precedente e che non sono resistenti ai medicinali antitumorali a base di platino.

Di cosa bisogna tener conto prima di utilizzarlo?

Non usi Yondelis:
  • se è allergico (ipersensibile) alla trabectedina o ad uno qualsiasi degli eccipienti di Yondelis.
  • se ha una grave infezione.
  • se sta allattando al seno.
  • se ha in programma la vaccinazione per la febbre gialla.
Faccia particolare attenzione con Yondelis:

Yondelis, da solo o associato alla PLD, non deve essere utilizzato in caso di gravi lesioni epatiche o renali. Contattare il medico in caso di conferma o di sospetto di un qualsiasi problema epatico o renale prima di cominciare il trattamento con Yondelis.

Deve contattare immediatamente il medico in presenza di una delle seguenti condizioni:

se ha febbre, dal momento che Yondelis può provocare effetti collaterali che interessano anche il sangue e il fegato

se ha malessere generale, vomito o incapacità a bere liquidi con minore produzione di urine nonostante la somministrazione di medicine anti-nausea

se ha gravi dolori muscolari o debolezza che potrebbero essere segno di danni ai suoi muscoli rabdomiolisi vedere paragrafo 4

se nota la fuoriuscita della soluzione di Yondelis dalla vena durante linfusione del medicinale. Questo può causare un danno e la distruzione delle cellule dei tessuti intorno alla sede di somministrazione necrosi tissutale, vedere anche paragrafo 4 che potrebbe richiedere un intervento chirurgico per la rimozione del tessuto necrotico.

Yondelis non deve essere utilizzato nei bambini e negli adolescenti in quanto la sicurezza e l?efficacia non sono state ancora studiate in questi gruppi di età.

Assunzione di Yondelis con altri medicinali

Informi il medico se sta assumendo o ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica, vaccini e medicinali di erboristeria.

Non deve utilizzare Yondelis se dovrà ricevere il vaccino per la febbre gialla e non si raccomanda di utilizzare Yondelis se dovrà ricevere un vaccino contenente particelle virali vive. L?effetto dei medicinali contenenti fenitoina (per l?epilessia) potrebbe diminuire se somministrati insieme a Yondelis e quindi questo non viene raccomandato.

Se utilizza altri medicinali, potrebbe essere necessario uno stretto monitoraggio in quanto gli effetti di Yondelis potebbero risultare diminuiti (alcuni esempi sono medicinali contenenti rifampicina (per infezioni batteriche), fenobarbitale (per epilessia) o iperico ( Hypericum perforatum o Erba di San Giovanni, un medicinale di erboristeria per la depressione)) o aumentati (alcuni esempi sono medicinali contenenti ketoconazolo o fluconazolo (per infezioni fungine), ritonavir (per infezioni HIV), claritromicina (per infezioni batteriche), aprepitant (per prevenire la nausea ed il vomito), ciclosporina (inibisce il sistema difensivo del corpo) o verapamil (per pressione arteriosa elevata e condizioni cardiache)).

Se le è stato prescritto Yondelis o l?associazione Yondelis+PLD insieme ad un medicinale che può provocare danni al fegato o ai muscoli (rabdomiolisi), potrebbe essere necessario un monitoraggio stretto quando utilizza Yondelis insieme a questo medicinale, in quanto potrebbe verificarsi un maggiore rischio di danni. Medicinali contenenti statine (per abbassare i livelli di colesterolo e prevenire le patologie cardiovascolari) sono un esempio di medicinale in grado di provocare lesioni muscolari.

Assunzione di Yondelis con cibi e bevande

Evitare il consumo di alcol durante il trattamento con Yondelis in quanto questo potrebbe danneggiare il fegato.

Gravidanza e allattamento

Gravidanza

Non deve utilizzare Yondelis in caso di gravidanza o se sta tentando di avere un bambino in quanto Yondelis potrebbe danneggiare il nascituro. In caso di gravidanza accertata o presunta, contattare immediatamente il medico. In talune circostanze il medico potrebbe prescrivere Yondelis anche durante la gravidanza.

Ogni uomo o donna in età fertile deve utilizzare adeguate precauzioni contraccettive durante la somministrazione di Yondelis e per i 3 mesi successivi alla fine del trattamento per le donne o per i 5 mesi successivi alla fine del trattamento per gli uomini. In caso di gravidanza accertata, deve contattare immediatamente il medico; si consiglia inoltre una consulenza genetica dal momento che Yondelis può provocare danni di tipo genetico.

Una consulenza genetica viene inoltre raccomandata per tutti i pazienti che desiderano avere un bambino dopo la terapia. Per i pazienti di sesso maschile si consiglia di valutare un?eventuale conservazione di sperma prima del trattamento a causa del rischio di infertilità irreversibile dovuta alla terapia con Yondelis.

Allattamento

Yondelis non deve essere somministrato alle pazienti in allattamento al seno. Pertanto, lei deve sospendere l?allattamento prima di iniziare il trattamento e non riprenderlo fino a quando il medico non abbia confermato la totale assenza di rischio.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Durante il trattamento con Yondelis è possibile avvertire stanchezza e perdita delle forze. Non guidi o usi alcuno strumento o macchinario in presenza di tali effetti collaterali.

Informazioni importanti su alcuni eccipienti di Yondelis

Questo medicinale contiene potassio, meno di 1 mmol (39 mg) per flaconcino, e pertanto può essere considerato come essenzialmente ?privo di potassio?.

Come viene utilizzato?

Yondelis viene somministrato sotto la supervisione di un medico esperto nell?uso della chemioterapia. Il suo utilizzo va limitato agli oncologi qualificati o ad altri professionisti del settore sanitario specializzati nella somministrazione di medicinali citotossici.

Per il trattamento del sarcoma dei tessuti molli la dose abituale è di 1,5 mg/m 2 di superficie corporea. Durante il periodo di trattamento, il medico la monitorerà con attenzione e deciderà il dosaggio di Yondelis più appropriato da somministrarle.

Per il trattamento del cancro ovarico, la dose abituale è di 1,1 mg/m 2 di superficie corporea dopo somministrazione di PLD in misura di 30 mg/m 2 di superficie corporea.

Prima della somministrazione di Yondelis, esso viene ricostituito e diluito per infusione per uso endovenoso. Tutte le volte che le viene somministrato Yondelis per il trattamento del sarcoma dei tessuti molli, occorreranno circa 24 ore per completare il passaggio della soluzione nella circolazione sanguigna. Occorreranno 3 ore per il trattamento del cancro ovarico.

Onde evitare una eventuale irritazione nel sito di iniezione si raccomanda di somministrare Yondelis attraverso una linea venosa centrale.

Le verranno somministrati alcuni medicinali, prima del trattamento con Yondelis e all?occorrenza, allo scopo di proteggere il fegato e ridurre il rischio di effetti collaterali quali nausea e vomito.

L?infusione viene ripetuta ogni 3 settimane sebbene occasionalmente il suo medico potrà raccomandare di procrastinare la somministrazione per assicurarsi che lei riceva la dose appropriata di Yondelis.

La lunghezza dell?intero periodo di trattamento dipenderà dalla progressione della malattia e dal suo stato di salute. Sarà il medico a decidere la durata del trattamento. Se ha qualsiasi dubbio sull?uso di questo medicinale, si rivolga al medico.

Quali sono i possibili effetti collaterali?

Come tutti i medicinali, Yondelis, o la sua associazione con PLD, può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

Se ha dubbi sugli effetti collaterali indicati qui di seguito, si rivolga al medico per una spiegazione più dettagliata.

Effetti indesiderati provocati dal trattamento con Yondelis da solo:

Molto comuni (si verificano in almeno 1 paziente su 10):

Lei potrebbe sentirsi stanco avere il respiro corto dispnea presentare la tendenza a sviluppare lividi molto facilmente sanguinare dal naso essere più facilmente predisposto alle infezioni. Uninfezione potrebbe anche portare a un innalzamento della temperatura febbre. Se avverte tali sintomi, contatti immediatamente il medico.

Il medico potrebbe richiedere esami del sangue in alcune circostanze per evitare lo sviluppo di danni muscolari rabdomiolisi. In casi molto gravi si potrebbe verificare insufficienza renale. Se avverte gravi dolori muscolari o debolezza, contatti immediatamente il medico.

Si potrebbero riscontrare aumentati livelli del pigmento giallo bilirubina nel sangue, con relativa itterizia ingiallimento di cute, membrane mucose e occhi.

Potrebbero verificarsi emicrania e perdita delle forze.

Si potrebbe anche perdere lappetito, soffrire di nausea o vomito e presentare costipazione. Se ha malessere generale, vomito o incapacità a bere liquidi con minore produzione di urine nonostante la somministrazione di medicine anti-nausea contatti immediatamente il medico.

Il medico ordinerà esami del sangue su base regolare per rilevare eventuali anomalie nel sangue.

Comuni (si verificano in almeno 1 paziente su 100):

Potrebbe svilupparsi febbre. In presenza di un innalzamento della temperatura, richiamare immediatamente lattenzione del proprio medico.

Si potrebbe soffrire di dolori a schiena, muscoli e articolazioni. Potrebbero verificarsi danni ai nervi con relativi dolori muscolari, debolezza e indolenzimento. Potrebbero verificarsi gonfiori generici, gonfiore degli arti e una sensazione di brividi sulla pelle.

Potrebbero verificarsi diarrea, perdite di acqua dal corpo, infiammazione della bocca stomatite, dolori addominali, perdita di peso, disturbi della digestione e modifiche del gusto.

Potrebbero verificarsi episodi di tosse.

Potrebbe avvenire la perdita dei capelli alopecia.

Potrebbero verificarsi vertigini, disturbi del sonno, calo della pressione arteriosa e flushing.

Potrebbe verificarsi una reazione nel sito di iniezione. La soluzione per infusione con Yondelis potrebbe fuoriuscire dalla sua vena durante la somministrazione del medicinale, causando un danno e la distruzione delle cellule dei tessuti intorno alla sede di somministrazione necrosi tissutale, vedere anche paragrafo 2 Faccia particolare attenzione con Yondelis che potrebbe richiedere un intervento chirurgico per la rimozione del tessuto necrotico.

Altri effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi con l?associazione di Yondelis con PLD:

Con l?uso di Yondelis associato a PLD, alcuni di questi effetti indesiderati hanno una maggiore probabilità di manifestarsi ed alcuni di essi possono manifestarsi in modo più grave.

Molto comuni (si verificano in almeno 1 paziente su 10):

Lei potrebbe presentare la sindrome mano-piede. Questa può presentarsi con un arrossamento cutaneo sui palmi delle mani, sulle dita e sulle piante dei piedi, che in seguito potranno gonfiarsi e assumere un colore violaceo. Le lesioni possono seccarsi e desquamare, o ulcerarsi.

Comuni (si verificano in almeno 1 paziente su 100):

Potrebbe presentare uniperpigmentazione cutanea accompagnata da rash.

Potrebbe presentare infiammazione a carico delle mucose sotto forma di un arrossamento con gonfiore allinterno della bocca con conseguente formazione di ulcere dolorose e infiammazione nella bocca o uninfiammazione del tratto gastrointestinale.

Potrebbe presentare uninfezione nel sangue infezione neutropenica e sepsi neutropenica. Il suo medico le prescriverà regolarmente degli esami del sangue per rilevare eventuali alterazioni.

Potrebbe anche presentare un episodio di sincope, detto anche svenimento.

Potrebbe manifestare una debolezza ventricolare, le principali cavità per il pompaggio del cuore disfunzione del ventricolo sinistro, un blocco improvviso in unarteria polmonare embolia polmonare e la formazione anomala di liquido nei polmoni, con conseguente edema edema polmonare.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati peggiora, o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio, informi il medico.

Come va conservato?

Tenere fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Non usi Yondelis dopo la data di scadenza riportata sulla scatola e sull?etichetta del flaconcino. La data di scadenza si riferisce all?ultimo giorno del mese.

Conservare in frigorifero (2ºC - 8ºC).

Le informazioni sulla stabilità in uso delle soluzioni ricostituite e diluite sono incluse nel paragrafo per i medici e i professionisti del settore sanitario.

Ulteriori informazioni

Cosa contiene Yondelis:
  • Il principio attivo è la trabectedina. Yondelis 0,25 mg: Ogni flaconcino contiene 0,25 mg di trabectedina. Yondelis 1 mg: Ogni flaconcino contiene 1 mg di trabectedina.
  • Gli eccipienti sono saccarosio, potassio diidrogeno fosfato, acido fosforico (per l?aggiustamento del pH) e potassio idrossido (per l?aggiustamento del pH).
Descrizione dell?aspetto di Yondelis e contenuto della confezione

Yondelis è una polvere per concentrato per soluzione per infusione. La polvere è di colore da bianco a biancastro ed è contenuta in un flaconcino di vetro.

Ogni scatola contiene 1 flaconcino o da 0,25 mg o da 1 mg di trabectedina.

Titolare dell?autorizzazione all?immissione in commercio e produttore:

Pharma Mar, S.A.
Avda. de los Reyes 1
Polígono Industrial La Mina
28770 Colmenar Viejo (Madrid)
Spagna

Tel: +34 91 846 60 00
Fax: +34 91 846 60 01

Per ulteriori informazioni su Yondelis, contatti il rappresentate locale del titolare dell?autorizzazione all?immissione in commercio.

Questo foglio illustrativo è stato approvato l?ultima volta il

A questo medicinale è stata rilasciata una ?approvazione condizionata?. Ciò significa che data la rarità del sarcoma dei tessuti molli, non è stato possibile ottenere informazioni complete su Yondelis per tale indicazione.

L?Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) esaminerà annualmente le nuove informazioni sul medicinale e questo foglio illustrativo verrà aggiornato, se necessario.

Le informazioni seguenti sono destinate esclusivamente ai medici o agli operatori sanitari:

Istruzioni per l?uso, la preparazione, la manipolazione e lo smaltimento

Si devono seguire le procedure appropriate per la corretta manipolazione e smaltimento dei medicinali citotossici. Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente per i medicinali citotossici.

Si deve ricevere una formazione adeguata sulle corrette tecniche di ricostituzione e diluizione di Yondelis o della sua associazione con PLD e indossare abiti protettivi inclusa maschera, guanti e occhiali durante la ricostituzione e la diluizione. Il contatto accidentale con la pelle, gli occhi o le membrane mucose deve essere trattato immediatamente con abbondante quantità di acqua. Non maneggiare questo medicinale in caso di gravidanza.

Preparazione per l?infusione endovenosa:

Yondelis deve essere ricostituito e quindi diluito prima dell?infusione (vedere anche paragrafo 3). Si devono utilizzare tecniche asettiche appropriate.

Yondelis non deve essere somministrato in miscela con altri medicinali nella stessa infusione separato dal proprio diluente. Non è stata osservata alcuna incompatibilità di Yondelis con i flaconcini di vetro tipo I, con le sacche e tubazioni in polivinilcloruro (PVC) e polietilene (PE), con i serbatoi in polisoprene e con i sistemi di accesso vascolare impiantabili in titanio.

In caso di uso di Yondelis associato a PLD, la linea di infusione intra-venosa deve essere lavata accuratamente con 50 mg/ml di soluzione glucosata (5%) per infiusione dopo la somministrazione della PLD e prima della somministrazione di Yondelis. L?uso di un diluente diverso da una soluzione glucosata per infusione 50 mg/ml (5%) può provocare la precipitazione della PLD. (Per istruzioni specifiche sulla manipolazione, vedere anche il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto della PLD).

Istruzioni per la ricostituzione:

Yondelis 0,25 mg: Iniettare 5 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili nel flaconcino.

Yondelis 1 mg: Iniettare 20 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili nel flaconcino.

Utilizzare una siringa per iniettare la corretta quantità di acqua sterile per preparazioni iniettabili nel flaconcino. Agitare il flaconcino fino a dissoluzione completa. La soluzione ricostituita è trasparente e incolore o leggermente giallastra, essenzialmente priva di particelle visibili.

Questa soluzione ricostituita contiene 0,05 mg/ml di trabectedina. Richiede un?ulteriore diluizione ed è esclusivamente monouso.

Istruzioni per la diluizione:

Diluire la soluzione ricostituita con soluzione fisiologica 9 mg/ml (0,9%) o soluzione glucosata 50 mg/ml (5%) per infusione. Calcolare il volume necessario come segue:

Volume ml BSA m2 x dose individuale mgm2 0,05 mgml

BSA = Area di superficie corporea ( Body Surface Area)

Aspirare la quantità appropriata di soluzione ricostituita dal flaconcino. Se la somministrazione deve essere eseguita attraverso una linea venosa centrale, la soluzione ricostituita deve essere aggiunta a una sacca di infusione contenente ? 50 ml di diluente (soluzione fisiologica (0,9%) o soluzione glucosata (5%) per infusione), con una concentrazione di trabectedina nella soluzione per infusione ? 0,030 mg/ml.

Se l?accesso venoso centrale non è fattibile e deve essere utilizzata una linea venosa periferica, aggiungere la soluzione ricostituita a una sacca di infusione contenente ? 1.000 ml di diluente (soluzione fisiologica (0,9%) o soluzione glucosata (5%) per infusione).

Ispezionare visivamente la soluzione parenterale per escludere la presenza di particelle prima della somministrazione. Una volta preparata l?infusione, somministrarla immediatamente.

Stabilità in uso delle soluzioni:

Soluzione ricostituita: Dopo ricostituzione è stata dimostrata una stabilità chimica e fisica per 30 ore fino a 25ºC.

Da un punto di vista microbiologico, la soluzione ricostituita deve essere diluita e utilizzata immediatamente. In caso contrario, i tempi di stoccaggio in uso e le condizioni prima dell?uso della soluzione ricostituita sono sotto la responsabilità dell?utilizzatore e non dovrebbero essere più lunghe di 24 ore a 2°C - 8°C, a meno che la ricostituzione non abbia avuto luogo in condizioni asettiche controllate e convalidate.

Soluzione diluita: Dopo diluizione è stata dimostrata una stabilità chimica e fisica per 30 ore fino a 25ºC.

Il tuo assistente personale per i medicinali

afgis-Qualitätslogo mit Ablauf Jahr/Monat: Mit einem Klick auf das Logo öffnet sich ein neues Bildschirmfenster mit Informationen über Medikamio GmbH & Co KG und sein/ihr Internet-Angebot: medikamio.com/ This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.
Farmaci

Cerca qui il nostro ampio database di farmaci dalla A alla Z, con effetti e ingredienti.

Sostanze

Tutte le sostanze attive con la loro applicazione, la composizione chimica e i medicinali in cui sono contenute.

Malattie

Cause, sintomi e opzioni di trattamento per le malattie e le lesioni più comuni.

Il contenuto indicato non sostituisce il foglietto illustrativo originale del medicinale, soprattutto per quanto riguarda il dosaggio e l'effetto dei singoli prodotti. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per la correttezza dei dati, in quanto i dati sono stati in parte convertiti automaticamente. Per diagnosi e altre domande sulla salute è sempre necessario consultare un medico. Ulteriori informazioni su questo argomento si trovano qui.